News ed Eventi

11 Novembre 2018
L'eccessiva fiscalità arbitrale rende noiosa ed inutile la partita in casa della capolista
Volley Torretta - Volley Cosenza 3 - 0 (25/20 - 25/14 - 25/22)

In casa della capolista Volley Torretta non siamo riusciti neanche a provarci. In una delle tante partite di questo campionato della serie “Davide contro Golia”, un arbitraggio estremamente fiscale e pignolo ha reso l’incontro noioso facendo scadere l’interesse anche per i tanti spettatori presenti. L’arbitro ha chiamato un numero incredibile di doppie e di falli indecifrabili, in particolare al nostro sestetto, anche se non sono mancate chiamate incomprensibili alle  atlete di casa, tanto che nello score della partita il direttore di gara è risultato la persona in campo che ha realizzato il maggior numero di punti. A nulla sono valse le proteste del pubblico presente sugli spalti, sia di casa che proveniente da Cosenza, che sportivamente chiedeva a gran voce al giudice di gara di far giocare e di evitare continue interruzioni di gioco.  L’incontro si è concluso con l’amarezza di non aver potuto assistere ad una piacevole partita. In un’epoca in cui per aumentare lo spettacolo nella pallavolo si è consentito persino di prendere la palla con i piedi   non ci può essere arbitro intransigente e cavilloso ad ogni tocco di man sospinta. Sono forme arbitrali ormai superate dai tempi. Lo diciamo per il bene della pallavolo e del movimento giovanile in particolare. Se ad una giovane ragazza vengono chiamate oltre 15 doppie, per non parlar d’altro, è come dire alla stessa “che sei venuta a fare? forse e meglio se restavi a bivaccare a casa”. Se si vuol far passare la voglia alle giovanissime di frequentare i campi di pallavolo e di demotivare il pubblico ad assistere alle partite pensiamo che questo sia il metodo migliore. Null’altro da dire sulla partita se non che le nostre in alcuni frangenti hanno messo in difficoltà le più quotate ed esperte atlete della Volley Torretta, che guidano la classifica del campionato.  Le problematiche in ricezione non sono ancora del tutto risolte e contro una squadra molto forte sono emerse ancora di più. Tra le cosentine segnaliamo la bella partita della giovanissima Sonia Caruso, tra le locali la sempre forte ed inossidabile brasiliana Suelen de Oliveira.
Non è la prima volta che siffatti metodi arbitrali vengono segnalati dalla Volley Cosenza. Continuiamo a dire e ribadiamo .che non è un problema di risultato bensì solo di buon senso per motivare le nuove leve ed il pubblico a seguire uno sport affascinante e spettacolare come la pallavolo, anche a questi livelli. Speriamo sia la volta buona che le componenti federali si siedano intorno ad un tavolo e ne parlino. Per il bene della pallavolo e del movimento in Calabria.
………e per dirlo come dalle nostre parti: ……..E’ ppè piacì”.

PROSSIMA
SFIDA
01 Ottobre 2019 - Ore 0000 serie C
Arrivederci al campionato 2019/2020
Volley Cosenza
VS
Volley Cosenza