News ed Eventi

03 Novembre 2018
VOLLEY COSENZA - STELLA AZZURRA CATANZARO 3 - 2 (28/26; 23/25; 15/25; 25/20; 15/9)
UNA VITTORIA PER LA CLASSIFICA E PER ....IL MORALE

La partita per la Volley Cosenza ha avuto due momenti critici. La partenza (la solita) ad handicap con la quale ormai di consuetudine si regalano 7/8 punti di vantaggio alle avversarie e l’infortunio di Eleonora Luciani nel secondo set. Nel primo caso l’accensione del motore in ritardo rispetto alle avversarie comincia a diventare un elemento preoccupante delle nostre partite a cui bisogna al più presto porre rimedio. Questa sera è andata bene perché nel primo set andate subito sotto di sette punti c’è stata la reazione in vista del fotofinish con il sorpasso al 24 pari con chiusura a 26/24. Nel secondo set il sestetto di mister Chirumbolo aveva trovato il giusto assetto tattico tanto da controllare la frazione di gioco fino al 20/15, ovvero fino all’infortunio alla caviglia ad Eleonora Luciani, tra le migliori in campo, che comportava la sospensione della partita per diversi minuti e l’abbandono del campo della stessa sfortunata atleta. Dell’infortunio se ne saprà qualcosa in più lunedì dopo gli esami diagnostici.  A quel punto la nostra squadra si disuniva e stordita e non riusciva più a ritrovare il bandolo della matassa. La Stella Azzurra ne approfittava per ribaltare il risultato de secondo set (23/25) e dominare il terzo (25/15). L’atmosfera faceva presagire una serata storta per i nostri colori. E invece quando mai te l’aspetti ecco uscire fuori il carattere delle varie Zinghini e De Luca che prendono per mano le più piccole e le guidano alla vittoria finale. Azzeccati anche i cambi: al posto della Luciani gioca prima Sonia Caruso e poi Elena Massaro. Ma la sorpresa più gradita e riuscita è stato l’ingresso della giovane Sara Marino nel nuovo ruolo di libero, ridisegnatole da poco dall’allenatore rossoblu,  al posto di una insolita Eleonora Salvo che, a differenza di un inizio campionato di ottimo livello,  non è riuscita ad entrare pienamente nel ritmo partita (ci può stare una serata storta). In campo in alcuni frangenti la tredicenne Martina Arnieri, che come le altre under chiamate in causa non hanno mostrato paura alcuna di confrontarsi in un contesto pallavolistico per loro completamente nuovo. 
Anche se il nostro sestetto in alcuni fondamentali non è apparso nella serata giusta (ricezione in particolare e qualche invasione di troppo a muro), ha saputo però tirar fuori nei momenti determinanti un carattere volitivo e tenace e con rabbia agonistica  ha dapprima pareggiato i conti vincendo  il quarto set (25/20) e poi ha dominato il tie break (15/9).
La partita della Volley Cosenza questa sera ha avuto due facce. In una disattenta, a volte disordinata, anche se caparbietà ed impegno non sono mai mancati. Nell’altra grande affiatamento ed irriducibilità nel ricercare il risultato anche quando tutto ormai sembrava compromesso. Bisogna ancora lavorare sui sincronismi e sul saper leggere cosa succede nell’altro campo. Troppe palle di seconda e troppe “pallette” delle avversarie questa sera sono andate a segno. Abbiamo dimostrato ancora una volta di essere temibili in attacco sia al centro che sulle ali e di migliorare partita dopo partita l’intesa a muro. Dobbiamo trovare ancora i giusti equilibri in ricezione ed in difesa. Sono meccanismi che miglioreranno certamente con il lavoro e gli allenamenti.
La Mastria Stella Azzurra Catanzaro di mister Peppe Fiorini, squadra anch’essa molto giovane, in linea con la sua tradizione, ha disputato una partita ordinata con buone individualità. In ambedue le formazioni è emersa una buona fisicità, cosa alquanto rara alle nostre latitudine, cosa che può far ben sperare per il futuro di ambedue le società. 

PROSSIMA
SFIDA
22 Novembre 2018 - Ore 20:00 Coppa Calabria
Palaferraro Cosenza
Volley Cosenza
VS
Fisiotonik San Lucido