News ed Eventi

17 Febbraio 2018
A Villa San Giovanni l'arbitraggio fa infuriare la Beta Volley Cosenza
La partita con la Cenide pregiudicata da un arbitraggio inadeguato

Se si voleva togliere la Beta Volley Cosenza dalla lotta per le prime posizioni della Poule Promozione l’operazione  è riuscita. “Killer”  della serata il duo arbitrale Guarnaccia/Schilirò, provenienti da oltre stretto, che con “bisturi” chirurgico, anzi arbitrale, hanno indirizzato in maniera plateale l’esito dell’incontro a favore della squadra di casa. Probabilmente la bella prova disputata dalla nostra formazione domenica scorsa a Reggio Calabria, pur nella sconfitta, aveva messo in apprensione qualcuno. Con la partita di questa sera   si è cancellato così in un sol colpo la buona impressione che invece avevano dato sino ad ora le “giacchette bianche”.  Ci si chiede a giusta ragione: Perché la partita non è stata affidata a due arbitri calabresi? Perché questi due fischietti siciliani? In base a  quale criterio sono stati selezionati? I due arbitri in questione avevano già arbitrato in Calabria e in quale occasione e con quali risultati? Quali referenze hanno? Saranno domande che la società porrà alla Federazione, e pretenderà delle risposte chiare ed esaudienti. Resta l’amarezza di non aver potuto disputare la partita alla pari e con la necessaria tranquillità. E vada per una palestra non all’altezza di una partita di serie C: illuminazione carente, muri perimetrali ai limiti e pericolosissimi a questi livelli, pali reggirete piegati, soffitto con travi a pennacchi discendenti (che quando difendi devi prima fare il segno della croce che la palla vada nel vuoto tra due pennacchi), e tanto altro ancora. Se a questo però aggiungiamo anche l’arbitraggio visto questa sera, ci si chiede se forse non era meglio restare a Cosenza e fare una bella partita amatoriale nel “Palaferraro Maracanà”.
Sulla partita c’è ben poco da dire. Si sapeva già della forza della brasiliana Cavalcante (lo scorso anno a Paola) che da sola vale oltre il 50% della Cenide sia in fatto di punti realizzati che in difesa e ricezione. Le nostre ragazze iniziano molto bene, dominano buona parte del primo set ma cedono nel finale sopraffatte dal nervosismo anche per le prime decisioni discutibilissime arbitrali. Le prime battute dell’incontro lasciavano presagire  un bell’incontro che ambedue le squadre avrebbero potuto vincere. Invece la partita è stata snaturata da duo arbitrale. Ogni qualvolta il sestetto cosentino provava a prendere le distanze interveniva in maniera puntuale il fischietto dell’incontro per frenarne lo slancio.  Dal secondo set in avanti poco si può narrare né si può dare una valutazione alla prestazione della nostra compagine . Alla fine si conteranno 10 doppie chiamate alla Beta Volley Cosenza contro 1 per la squadra di casa (macroscopiche alcune mancate chiamate). Invasioni a ripetizioni sottorete a danno dei nostri avanti. Falli di posizione confutati invano dalle nostre. E via con i cartellini. E quando mister Crispino chiedeva  “civilmente” al secondo arbitro come facevano a non vedere una palla che era abbondantemente caduta  a terra prima della successiva difesa in scivolata in campo avverso, pronto il rosso, cambio palla e punto alla Cenide Futura. E se De Simone faceva notare una netta invasione avversaria o una nostra palla in attacco  nettamente dentro chiamata fuori, via col giallo. Una partita da dimenticare in fretta per il bene della pallavolo, perché questa non è pallavolo. Per nota di cronaca si chiude 3 a 0 (25/21, 25/22, 25/19).
Il presidente della Beta Volley Cosenza che ha lasciato gli spalti anzitempo per protesta contro l’arbitraggio ha dichiarato “Così si annientano i tanti sacrifici che noi dirigenti di società e le ragazze facciamo per cercare di giungere ad un risultato sportivo. Ciò che è successo questa sera incide in maniera negativa e determinante sul prosieguo della nostro cammino stagionale. Chiederò con immediatezza spiegazioni agli organi federali. Al ripetersi di un siffatto arbitraggio sarò costretto a ritirare la squadra o far scendere in campo fino alla fine del campionato la squadra primavera”.

PROSSIMA
SFIDA
01 Ottobre 2019 - Ore 0000 serie C
Arrivederci al campionato 2019/2020
Volley Cosenza
VS
Volley Cosenza