News ed Eventi

13 Maggio 2015
Quarti play off serie C ā€“ Cediamo alla Futura Volley ma senza demeritare
Eā€™ al fotofinish di ogni set che molliamo la presa

Sapevamo che la missione sarebbe stata difficile. Quando le ultime battute del campionato avevano visto il crollo dell’Eurofiscom Ekuba Palmi e  avevano designato la Futura Volley Reggio Calabria come nostra avversaria dei quarti di finale play off, Marco Crispino aveva manifestato tutto il suo disappunto. Anche perché parte della responsabilità è stata proprio nostra, nelle occasioni in cui siamo andati ad impattare con formazioni molto più deboli, perdendo punti pregiati per un piazzamento migliore ai fini di una abbinamento più agevole nei quarti.  Anche questa sera la squadra reggina ha mostrato  la sua forza fatta di completezza in tutti ruoli e di tanta esperienza in alcune atlete. E’ stata in difesa ed in ricezione che si è decisa la partita. Da una parte la Futura Volley  ha difeso il possibile ed anche l’impossibile, con il libero Busà migliore della sua squadra, in serata di grazia. Da parte nostra abbiamo sofferto oltre misura l’assenza di Roberta De Simone, tra i nostri migliori ricettori, infortunata, che è elemento fondamentale nelle economie del nostro gioco. La vigilia per le nostre ragazze è stata piuttosto travagliata. Mazzuca alle prese con  un infortunio da tempo alla spalla al quale si è aggiunto un malanno di stagione che già a Reggio ne aveva messo in dubbio la presenza. E poi Eleonora Luciani prima con una fastidiosa laringite e poi Maria Daria Filippelli,  da ieri sera febbricitante. Hanno stretto i denti per esserci questa sera. Davanti ad un pubblico numeroso e  straordinario l’impegno della nostra formazione è stato lodevole. E’ mancata probabilmente quella continuità di giocate che si acquisisce con l’esperienza. La nostra compagine nel suo complesso è molto giovane ed ha ancora ampi margini di miglioramento. Bisogna ancora lavorare tanto. In appena due campionati abbiamo raggiunto traguardi impensabili. Chi non avrebbe messo la firma ad inizio stagione ad un campionato come quello testè finito?  E’ la coerenza all’idea che la società si è data. Utilizzare ragazze del luogo investendo sui vivai e sulle giovanissime. E’ un lavoro difficile e impegnativo, che porterà i suoi frutti in tempi medio lunghi . E’ però  impensabile che un bacino come quello di Cosenza, Rende ed hinterland non sforni periodicamente atlete di alto livello, come succede in altre realtà, Reggio Calabria in primis. I risultati raggiunti con la prima squadra sono stati innegabilmente una sorpresa, sia lo scorso anno che quest’anno,  perché la squadra è stata costruita in tempi brevi e con quello che la piazza offre. Gran merito ai tecnici, a Marco Crispino ed a Veronica Imbrogno, che hanno saputo assemblare, selezionare e far crescere un bel numero di atlete, che hanno insegnato a fare soprattutto gruppo. Lo sguardo della società ora è rivolto  alle giovanissime che stanno crescendo nel settore giovanile. La nostra mission è  quella sì  di raggiungere risultati prestigiosi ma con ragazze che “germogliano” nella nostra società. Non rientra nei nostri piani andare a pescare atlete da altre zone d’Italia e dall’estero. I risultati arriveranno, saranno permanenti e non avranno la fugacità di una stagione, di un periodo o di un portafoglio. Ora dopo un meritato periodo di riposo per atlete e tecnici,  la società  riprenderà a lavorare per programmare la prossima stagione di serie C, per cercare di fare meglio, un passo alla volta, con accortezza, senza il rischio di fare passi più lunghi della propria gamba.
Rispetto alla partita, c’è da dire che è stata combattutissima e ciascun set ha avuto un trend a fisarmonica, con la squadra dello stretto in avanti e la nostra più volte a rincorrere fino a raggiungerla ed a volte a superarla per cedere poi nelle battute finali. L’alto livello della partita ha richiesto alta concentrazione che la nostra squadra non è riuscita a mantenere proprio nei momenti topici, cioè in conclusione di ogni set. Si può certamente affermare che trattasi di “difetto” di gioventù al cospetto di avversarie molto più esperte e mature.  E’ mancato il “la” cioè la zampata vincente in ogni finale di set. I parziali a favore delle Futura Volley 20/25, 22/25 e 21/25 sono il manifesto del tenore dell’incontro.
Si conclude così il secondo campionato della Deseta Casa Volley Cosenza. L’applauso tributato dal pubblico a fine partita alle ragazze rossoblu è pienamente meritato. I play off sono stati una festa fantastica.  Brave e complimenti a tutte per le soddisfazioni che hanno saputo regalare alla società ed ai tifosi tutti. Un ringraziamento per questo straordinario cammino. E’ stato messo un altro mattone alla costruzione di una grande casa della pallavolo femminile a Cosenza.
Alla partita ha assistito per il Comitato Regionale della FIPAV Antonio Atteritano.             Eccellente l’arbitraggio. I due arbitri designati hanno saputo dirigere con neutralità,  sapienza e precisione l’intero incontro, trasmettendo alle atlete scese sul parquet del Palaferraro serenità e tranquillità.

DESETA CASA VOLLEY CITTA’ DI COSENZA - L’ANTICO CASALE 0 - 3 
(20/25 –22/25 –21/25)

Durata: (25’ –30’ – 28’ Tot: 1h 29')


Deseta Casa Volley Città di Cosenza:
Adamo, Donnici,  Filippelli , Gallo (L), Girasoli,  Luciani, Manfredi, Mazzuca, Piluso (K) , Naccarato,  Prezioso, Salvo.
All. Crispino – Imbrogno

L’Antico casale:
Borghetto, Ambrosio, Paleologo, Raso, Pratticò, (K), Romeo, Franco, Busà (L) All: D’ Aquino


Arbitri:  Donato Raffaele (Lamezia T.) – Richichi Antonino (VV)

PROSSIMA
SFIDA
01 Ottobre 2019 - Ore 0000 serie C
Arrivederci al campionato 2019/2020
Volley Cosenza
VS
Volley Cosenza