News ed Eventi

28 Febbraio 2015
Serie C – Panificio Colacchio Pizzo C. – Deseta Casa Volley Città di Cosenza 3 – 1
Partita decisa da errori arbitrali e dal …… segnapunti

Partiamo dal “fattaccio” che di fatto ha deciso l’incontro. Siamo alla fine del terzo set, con il risultato parziale di 25 a 24 per le nostre ragazze ed 1 a 1 nel conto dei set. Su un attacco del Panificio Colacchio un’atleta di Pizzo travolge clamorosamente  la rete. Invasione netta, tanto che la nostra squadra già festeggiava la conquista del 1 a 2. Inspiegabilmente e senza giustificazione alcuna l’arbitro, che sino ad allora era stato inflessibile soprattutto sulle invasioni ed in particolare sulle nostre invasioni (!!!), assegnava il punto al Pizzo riportando sul pari 25 a 25 il set. Alle giustificatissime rimostranze di mister Crispino, che sino ad allora già molte ingiustizie aveva dovuto ingoiare anche per la scarsa sportività dell’allenatore avversario (nell'aiutare "onestamente"  il direttore di gara a decidere correttamente su palle dubbie) ,  l’arbitro mostrava il giallo insieme ail rosso espellendo per il set il nostro allenatore. Ora in base alle norme federali l’espulsione dal set con il giallo e il rosso in contemporanea non comporta  l’assegnazione del punto all’avversario, ma solo l’allontanamento provvisorio sino alla conclusione del set dell’espulso/a. Il segnapunti di casa invece a partita già ripresa segnava a favore del Pizzo il  punto (tecnico per espulsione), non dovuto,  portando il risultato sul 26 a 25, senza che l’arbitro se ne accorgesse o che capisse il perché delle nostre proteste. Nel parapiglia che ne seguiva la squadra di casa si aggiudicava il set. Dal 24 a 26  e 1 a 2 per noi accadeva l’inverosimile (28 a 26  e 2 a 1 per il Pizzo). Lo stesso Mister Crispino rimaneva interdetto per quello che era accaduto. I dirigenti che accompagnavano la squadra ed il presidente della nostra società invano protestavano vibratamente da bordo campo. Inutile narrare il resto, se non che il quarto set, con le nostre ragazze ipernervose e tese non riuscivano più ad essere incisive e determinate e subivano il 3 a 1, pur con un parziale di 25 a 23. Ancora una volta subiamo in trasferta arbitraggi decisamente sfavorevoli, per sviste, errori o influenze ambientali (anche il pubblico di casa alle spalle dell'arbitro faceva la sua parte, provocandolo a più riprese). Basta pensare che il nostro Dirigente accompagnatore, Giovanni Manfredi, reo di incitare dalla panchina  la propria squadra, riceveva dall’arbitro il giallo, mentre per le giocatrici locali, che di continuo erano sotto il seggiolone dell’arbitro a protestare su ogni palla, il giallo (anzichè il meritato rosso) arrivava solo alla fine del quarto set. E’ servito ben  poco il lungo incontro che c’è stato a fine partita negli spogliatoi tra i dirigenti della nostra squadra, il Presidente, i tecnici e l’arbitro per cercare di capire l’accaduto, se non prendere atto che il terzo set è stato fortemente viziato nel risultato da quanto innanzi descritto (l'arbitro ha ribadito di non aver assegnato il punto tecnico per l'espulsione e di non essersi accorto della correzione del punteggio da parte del segnapunti). La rabbia di tutta la nostra società deriva dal fatto che fuori casa troppo spesso gli arbitraggi non sono obiettivi e neutrali. Di recente ed in modo ancor più eclatante  è successo a Palmi, dove anche lì la nostra squadra avrebbe meritato ben altro risultato.  A Cosenza invece ai nostri incontri è quasi sempre presente l'ispettore di turno  per esaminare l’arbitraggio. Succede così che l’arbitro in casa, spesso anzi troppo spesso, suggestionato dalla presenza degli ispettori, pur di non apparire casalingo, finisce per  favorire (inconsciamente) le avversarie di turno. Noi non chiediamo arbitraggi favorevoli ma arbitraggi neutrali, che non influenzino il risultato dell’incontro. Si fanno tanti sacrifici, si pagano corposi importi per tasse gare ecc, per cui riteniamo che sia legittimo chiedere  il giusto perché nello sport anche il risultato conta. Le nostre lamentele ci sono quando subiamo torti ed ingiustizie. Non lo è stato per esempio la scorsa domenica, dove pur avendo perso in casa con l’ultima in classifica, non abbiamo recriminato alcunché. Nell’incontro odierno pur con le assenze per infortunio di Prezioso, Donnici e Gaia L. Filippelli (ultima della ormai innumerevole lista di infortuni) con Mazzuca febbricitante e la Luciani in debito di preparazione, l’impegno ed anche il livello della prestazione delle nostre ragazze sono stati elevati. Di certo il panificio Colacchio, pur avanti in classifica è sicuramente alla nostra portata. Vedremo se saranno loro i nostri avversari nei play off. Un'ultima nota sulle condizioni del terreno di gioco del palazzetto dello Sport di Pizzo Calabro. Il cattivo montaggio del taraflex ha causato un restingimento dei pannelli lasciando ampie "cavità" coperte da nastri adesivi colorati. A parte l'incomprensibile omologazione di un siffatto fondo, resta il forte rischio infortuni  per le giocatrici che scendono in campo.

 Ora guardiamo avanti al prossimo incontro sabato prossimo al Palaferraro in casa contro la Costa Viola di Villa san Giovanni. La vittoria diventa un obbligo per rimanere agganciati al treno dei play off cercando di migliorare la posizione in griglia. Non facciamoci  demoralizzare dagli ultimi sfortunati eventi, tra infortuni e sviste arbitrali. Anzi traiamo da tutto ciò l'energia e la forza per riscattarci e inanellare risultati positivi.

 
Questo sabato non è stato favorevole ai nostri colori sociali nemmeno in seconda divisione, dove abbiamo rimediato una  netta sconfitta per 3 a 0 a Corigliano contro il Corissano.  Le nostre giovanissime ragazze (quasi tutte u.14 e u. 16) stanno maturando un'esperienza fondamentale. Il lavoro per mister Bruno è ancora tanto.
Nel settore giovanile una vittoria ed una sconfitta, invece, per l’under 16, negli impegni della passata settimana.     

 

PANIFICIO COLACCHIO VOLLEY - DESETA CASA VOLLEY CITTA’ DI COSENZA  3 - 1 
(20/25 –25/25 –28/26 – 25/23)

Durata: (25’ – 30’ – 30' – 36’ Tot: 2h 11')

Deseta Casa Volley Città di Cosenza:
Adamo, De Simone, Filippelli, Gallo (L), Girasoli,  Luciani, Mazzuca, Manfredi, Naccarato, Piluso (K) , Salvo. All. Crispino – Imbrogno

Panificio Colacchio Volley:
Sorrentino, Umbro. Virdò, Tripodi, Tuselli A. (k) Sorrenti, Agozzino, Barone, Sergi, Tuselli E., Bianchino, Torchia (L), All: Tarzia M.


Arbitri:  Nicolazzo M. – Chirumbolo F.  (CZ)

PROSSIMA
SFIDA
01 Ottobre 2019 - Ore 0000 serie C
Arrivederci al campionato 2019/2020
Volley Cosenza
VS
Volley Cosenza