News ed Eventi

01 Novembre 2014
Serie C a Castrovillari : AVOLIO VOLLEY – DESETA CASA VOLLEY CITTA’ DI COSENZA 3 a 2
Lottiamo alla pari

E’ finita 3 a 2 per l’Avolio Volley il terzo turno di serie  C della Deseta Casa Volley Città di Cosenza. La nostra squadra ha lottato alla pari contro una formazione che da anni milita ai vertici della categoria. Davanti ad un folto pubblico con molte presenze di cosentini, le rossoblu hanno fatto un ulteriore  passo in avanti per entrare mentalmente nella  dimensione del  nuovo campionato. Ogni partita richiede alta concentrazione e preparazione fisico/tecnica adeguata. Ogni minima disattenzione o calo di tensione non perdona. E’ in questa direzione che bisogna insistere nel lavoro. I campionati inferiori consentivano di rifiatare. Qui ti ritrovi all’improvviso sotto e hai poche chances di recuperare.
Assente nelle nostre file la palleggiatrice Carlotta Mazzucca,  in ritiro spirituale. Ha arbitrato  Valeria Vitola di Mormanno. Ci si è chiesti subito del perché dell’assenza del secondo arbitro. Le velocità ed i ritmi accesi hanno spesso messo in difficoltà il fischietto del Pollino. Due arbitri si sono visti in partite di secondo livello mentre in altre di maggiore impegno, come quella in questione, un solo arbitro diventa assolutamente insufficiente per gestire la partita.
Sin dall’inizio del primo set si è capito che la partita era aperta ad ogni risultato. La lotta è stata serrata dal primo punto all’ultimo.  Purtroppo per la nostra compagine sono state  determinanti alcune sviste arbitrali che ha chiamato ben sei doppie alla palleggiatrice bruzia Luana Malacaria. Vane sono state le proteste del pubblico silano e delle giocatrici cosentine. Delle sei chiamate tre erano assolutamente inesistenti, due dubbie e solo una evidente. Ora se un arbitro è così fiscale con una palleggiatrice lo deve essere anche per l’avversaria: e così non è stato. Se un arbitro è  fiscale  nel chiamare doppie, lo deve essere in tutta la partita : e così non è stato nemmeno. Non è stata chiara nemmeno la risposta data alla stessa Malacaria che aveva chiesto spiegazioni all’arbitro. E’ ulteriormente strano come dal secondo set il numero di doppie chiamate è calato all’improvviso. Certo sta che  ulteriori interventi arbitrali fortemente discutibili in momenti topici e sempre in favore della squadra di casa hanno fatto pendere la bilancia a favore della squadra del Pollino.
Come detto le fischiate arbitrali a sfavore della Deseta Casa Volley Città di Cosenza consentivano all’Avolio Volley di aggiudicarsi il primo set per 26 a 24.
Il secondo set partiva con continui ribaltamenti di fronte fino al 17 pari. Ancora due decisioni arbitrali dubbie ed a favore dell’Avolio Volley (schiacciata in rete  non chiamata e invasione inesistente a nostro sfavore) favorivano la squadra di casa. Il nervosismo creato dalle decisioni arbitrali tagliava le gambe alle nostre che soccombevano per 25 a 18.
E’ a quel punto che scatta una reazione dì orgoglio del sestetto cosentino, che riesce ad azzannare con forza, volontà e coraggio  facendo suoi il terzo e quarto set rispettivamente per 22/25 e 25/27.
Dopo circa due ore di gioco ed lo sforzo per recuperare l’incontro, inizia il quinto e decisivo set. Le rossoblu, dopo il forcing operato per aggiudicarsi due set,  non reggono fisicamente l’impatto del tie break e le castrovillaresi  recuperano le ultime energie per ribaltare   il trend negativo. Ancora sul finire l’arbitro si erge a protagonista negativo: sul 13 a 9 l’arbitro dapprima fischia un’invasione a Maria Daria Filippelli assolutamente inesistente,  poi prima  non chiama una evidentissima doppia delle avversarie  per poi, nella stessa azione,  sanzionare nuovamente una doppia alla nostra palleggiatrice,  molto ma molto dubbia. Dal possibile 13 a 11 ci troviamo al 15/9 a favore dell’Avolio con partita chiusa. La pur corretta reazione di Mister Marco Crispino alle ennesime sviste arbitrali ne provocava anche il cartellino giallo, che sanciva  la chiusura del match.
Le decisioni arbitrali hanno fortemente e ingiustamente penalizzato le ragazze cosentine. Portiamo comunque a casa un punto insperato alla vigilia che ci da morale e fiducia sulle nostre capacità per il prosieguo del campionato .Pur con notevoli miglioramenti rispetto all’ultimo incontro,  restano alcuni problemi in ricezione.  C’è da rimarcare che le centrali hanno sofferto oltremisura il cambio di palleggiatrice. Gli attacchi centrali e le palle di prima, che spesso sono stati determinanti in altre partite,  sono state totalmente assenti. Dopo i banchi di prova delle prime tre partite e 5 punti in classifica (non male)   e con la stabilizzazione degli impianti dove allenarsi, la squadra ed i tecnici sapranno trovare le giuste misure per completare il lavoro avviato e costruire una squadra ancor più competitiva. 

                                                                                 TABELLINO

Di Dieco Group Avolo Castrovillari - Deseta Casa Volley CS 3 - 2  (26/24 - 25/18 - 22/25 - 25/27 - 15/9)
Durata: (27' - 24' - 30' - 31' - 15'. Tot: 2h 27')

Deseta Casa Volley CS:
Adamo, De Simone (k), Donnici, Filippelli, Girasoli (n.e.), Luciani, Malacaria, Naccarato, Piluso , Prezioso, Gallo (L). All. Crispino – Imbrogno

Di Dieco Group Avolio Volley Castrovillari:
Ammitari (k), Biscardi, Catalano, Cruscomagno, Graziano, Kanjan, Palam, Sposato, Toscano, Vujevic, Laurenzano(L). All. Graziano A., Feoli S.

Arbitro:
Vitola Valeria

PROSSIMA
SFIDA
01 Ottobre 2019 - Ore 0000 serie C
Arrivederci al campionato 2019/2020
Volley Cosenza
VS
Volley Cosenza